AMMINISTRATIVE DEL 12 GIUGNO: UNA PANORAMICA SUL VOTO

Aggiornamento: 16 giu


Buccinasco

Il sindaco uscente Rino Pruiti si impone nettamente al primo turno con il 59,76% dei voti e viene riconfermato. Lusinghiero il risultato della lista che lo ha appoggiato, “I Riformisti”, sostenuta da Azione col nostro candidato Alberto Formigliani, che ha ottenuto l’11,79% e due consiglieri eletti

 

Cernusco sul Naviglio

Il sindaco Zacchetti ottiene il 40,55% contro il 37,78% di Cassamagnaghi (centrodestra), andando al secondo turno. Il risultato del ballottaggio è in bilico. La nostra lista “Lista Zacchetti – Tutti per Cernusco” centra un risultato positivo, il 12,06%, anche se lievemente sotto le aspettative, diventando comunque il terzo partito cittadino.

L’esito è significativo in quanto ci collochiamo sopra tutti i partiti di destra e sopra “Vivere Cernusco”, lista civica presente da 40 anni.

Fanno meglio di noi solo il PD e la lista civica che sostiene Cassamagnaghi. Il PD, in particolare, si piazza al primo posto, superando le aspettative di tutti. Cernusco si riconferma una città di centrosinistra.

Come preferenze i nostri candidati Silvia Maggioni, Alessandro Galimberti e Giulia Tossici non ottengono un risultato sufficiente per entrare in consiglio comunale. Entreranno i nomi favoriti, tutte persone molto note e attive nella società civile di Cernusco. In base ai nostri calcoli dovrebbero farcela quattro candidati della lista.

 

Melzo

Melzo 4.0, supportata da Azione e altri civici, si presentava in coalizione con il PD e un’altra lista.

Ha ottenuto il 3,47% e non parteciperà al ballottaggio, in quanto il candidato sindaco proposto, l’architetto Rocco Martelli del PD, si è classificato al terzo posto.






 

San Donato Milanese

A San Donato si andrà al ballottaggio. La sfida è tra Gianfranco Ginelli (37,19%), sostenuto da PD, civiche ed Azione, e Francesco Squeri (33%), appoggiato da due liste civiche.

Azione si attesta al 2,98%, con la possibilità di mandare in consiglio comunale il capolista Alessandro Carta, se al secondo turno la spunterà Ginelli.



 

Sesto San Giovanni

La lista civica “Sesto Liberale e Democratica”, promossa da Azione col candidato sindaco Massimiliano Rosignoli, ha ottenuto il 2,60% dei voti (Rosignoli il 2,78%).

E’ stata una competizione difficile, combattuta con coraggio e idee, che ha scontato la forte polarizzazione del voto tra la destra emergente di questi ultimi anni e la sinistra storicamente egemone a Sesto, impegnate al ballottaggio.



 

Vimodrone

La candidata sindaca Aurora Impiombato, alternativa ai poli di centrodestra e centrosinistra, e sostenuta da due liste civiche dove erano presenti azionisti, ha raggiunto il 21,49% con due consiglieri eletti.

Non parteciperà al secondo turno.

108 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti